Il Quarto di finale. Il classico dentro o fuori.

Come sapevamo, incontriamo Here You Can Lacchiarella appena battuti 15 giorni fa. Il campo è assegnato per i quarti di finale alle meglio classificate nella regular season. Il giorno è Lunedi 4 maggio 2015 ore 21,15 pertanto al PalaCavour.

Queste partite sono come la sorpresa dell’uovo di Pasqua … non sa mai cosa trovi dentro.

Ne è stato l’esempio ABC Crema (ultima classificata nella regular season) che fa fuori una pretendente al titolo come il Castiglione nell’altro quarto (e quasi fa fuori dopo un overtime il S. Rocco ’04 nella semifinale N.d.R).

Come i trasformer … ma chi ha avuto il coraggio di dire ai ragazzi che hanno fatto la stagione di lasciare spazio nella fase finale ad altri ragazzi evidentemente + dotati? Bah!!!

Per fortuna nostra HYC si presenta con i soliti effettivi che hanno giocato il campionato junior CSI. La possibilità di schierare i ragazzi che fanno i campionati federali, i nostri avversari ce l’anno eccome… invece … chapeau.

La gara. Parziali 14-8; 11-16, 17-16, 15-10. Primo tempo avanti +1 noi, +2 nel terzo + 7 alla fine. Quarto di finale sudato come ormai troppo spesso accade nei nostri finali di stagione. % da 2 andata peggio della precedente gara e pertanto ancora insufficiente.

Equilibrio nelle giocate complessive 57 noi e 50 loro. TL meglio noi e l’arbitro non è casalingo ma federale e ha fatto un ottima impressione.

 

Fulgor Lodi Vecchio

               

#

Player

Points

2P

3P

FT

Fouls

M/A

%

M/A

%

M/A

%

5

Schauder Edoardo

0

0/0

0

0/0

0

0/0

0

0

6

Pedrinazzi Edoardo

16

8/13

61

0/0

0

0/0

0

5

7

Koni Lorenzo

0

0/6

0

0/0

0

0/1

0

1

8

Flagella Federico

8

0/6

0

1/1

100

5/6

83

2

9

Simonetti Matteo

16

7/15

46

0/0

0

2/3

66

5

10

Rancati Lorenzo

4

1/4

25

0/0

0

2/6

33

4

11

Botti Luca

0

0/1

0

0/0

0

0/0

0

1

12

Elia Stefano

4

2/5

40

0/0

0

0/0

0

1

14

Iannacci Giorgio

2

0/0

0

0/0

0

2/4

50

1

18

Cropo Filippo

7

3/6

50

0/0

0

1/3

33

3

 

Totale

57

21/56

37

1/1

100

12/23

52

23

Here You Can Spiders

               

#

Player

Points

2P

3P

FT

Fouls

M/A

%

M/A

%

M/A

%

 

Totale

50

15/37

40

4/13

30

8/23

34

19

Sugli scudi la prestazione di Edo. Bene ai TL il capitano ma male al tiro da 2, anche se mette una preziosa tripla nell’ultimo quarto. Fil che fa 5 dei sui 7 punti nel finale quando i punti non si contano ma si pesano. Simo a puntellare uno score che sarebbe stato troppo asfittico.

Che dire di + … vinciamo e confermiamo di essere la quarta forza del campionato e andiamo di diritto a sfidare in semifinale la meglio classificata del campionata, il conosciutissimo Codogno.

La sensazione è quella di leggere un libro già letto almeno 3-4 volte e siccome sai come finisce non ti sorprendi +.

Ma va da sé che ogni prova, come nella vita, va affrontata e chi vince, a parte casi di straordinaria fortuna, ha sempre ragione. E sappiamo che la vergogna peggiore della sconfitta è aver giocato senza aver combattuto.

 

Su ragazzi … morale … è SEMIFINALE. Non succede sempre… anzi…

 

SEMIFINALE. Ci Aspetta il Codogno.

Arrivando primi nella regular season il Codogno non entra nel gioco pericoloso dei quarti e aspetta la vincente tra noi e HYC senza giocare nessun turno preliminare. La percezione è che stanno aspettando la gara come un bulldog aspetta l’osso del prosciutto.

Infatti il 7 maggio a Codogno si preannuncia l’ennesima sconfitta con i primi della classe.

Primo quarto infatti ci azzannano e il parziale fa dormire sogni tranquilli per tutta la gara ai nostri avversari 24- 6.

Gara finita e giochiamo per non sprofondare.

27-25 il secondo per dire che comunque non siamo schiappe.

Il terzo da conferma dei valori in campo 17- 7.

L’ultimo finalmente a inorgoglire un po’ la nostra autostima 14-23.

Finale 82 a 61.

Il finale di un libro già letto non lascia sorprese.

Naturale loro + forti.

E’ la semplice legge dello sport.

W lo sport.

W lo sport + bello che è il basket.

 

Codogno Basket

               

#

Player

Points

2P

3P

FT

Fouls

M/A

%

M/A

%

M/A

%

 

Total

82

31/60

51

2/19

10

14/26

53

21

                   

Fulgor Lodi Vecchio

               

#

Player

Points

2P

3P

FT

Fouls

M/A

%

M/A

%

M/A

%

4

Zoppetti Lorenzo

0

0/0

0

0/0

0

0/0

0

1

5

Schauder Edoardo

6

3/3

100

0/1

0

0/2

0

0

6

Pedrinazzi Edoardo

5

2/10

20

0/1

0

1/2

50

3

7

Koni Lorenzo

0

0/1

0

0/0

0

0/0

0

0

8

Flagella Federico

3

1/6

16

0/3

0

1/1

100

3

9

Simonetti Matteo

21

9/22

40

0/1

0

3/7

42

2

10

Rancati Lorenzo

3

0/3

0

0/1

0

3/3

100

1

11

Botti Luca

2

1/1

100

0/0

0

0/0

0

1

12

Elia Stefano

6

3/8

37

0/0

0

0/0

0

3

14

Iannacci Giorgio

6

1/3

33

0/0

0

4/7

57

5

18

Cropo Filippo

9

4/8

50

0/0

0

1/3

33

4

 

Total

61

24/65

36

0/7

0

13/25

52

23

 

Le statistiche cosa dicono. Facciamo lo stesso numero di azioni degli avversari (79 contro le nostre 72). Però le % non danno scampo. Loro tirano con circa il 50% e noi per poter arrivare al loro punteggio dobbiamo almeno tirare 1/3 di tiri in +. Circa 100 azioni anziché 72 oppure migliorare le % di tiro. Appunto. Edo e il capitano lontani dagli standard a cui eravamo abituati. Ottimo il ventello di Simo che nel secondo quarto batteva regolarmente il suo avversario e ha tenuto sotto pressione la difesa avversaria. Giorgio e Fil ci consolano in parte. Ma la prova anche per loro è stata durissima.

Prima dei festeggiamenti previsti per fine stagione (difatti la MITICA quest’anno compie 30 anni e non ha ancora alcuna ruga n.d.r.) manca ancora una partita cioè la finale per il terzo e quarto posto. Con chi? Noi contro ABC Crema che ha perso all’over time l’altra semifinale con il S. Angelo.

ABC Crema e la storia del brutto anatroccolo … strane somiglianze.

Tanta tenerezza e simpatia evoca la storia dell’anatroccolo di nero colorato quanto invidia e supponenza l’epilogo del cigno.

Va da se che quello che conta è vincere. Partecipare … è per gli sfigati. O no!

 

                                                                                              Stefano